PROMETTETEMI DI ROMPERE IL SILENZIO INTORNO A QUESTA GUERRA: ELISA CANTA PER SAVE THE CHILDREN IN UN COLOSSEO DESERTO

In un Colosseo deserto, quasi surreale, la cantante Elisa si è esibita sulle note della sua Promettimi per la ONG di cui è ambasciatrice Save the children. L’organizzazione no profit ha infatti voluto lanciare un allarme per i bambini siriani a 10 anni dall’inizio della guerra in Siria: 1454 bambini sono quelli morti solamente nell’ultimo anno e con il prolungarsi della pandemia oltre 6 milioni quelli che rischiano di morire di fame.

Sento il dovere morale di fare la mia parte perché i bambini vittime del conflitto in Siria non siano

più dimenticati, così come ogni altro bambino che vive in un contesto di guerra spero che da

questo momento simbolo parta oggi un messaggio universale per scuotere gli animi della gente e

chiedere con forza che la comunità internazionale si mobiliti per i bambini siriani, perché loro sono prima e soprattutto bambini” ha detto la Toffoli, sul palco insieme al marito e chitarrista Rigonat e a

una giovane attrice di appena 11 anni, Cristina Magnotti che prima della sua esibizione ha letto il

monologo scritto da Simona Angioni tratto dalla vera storia di Lara, bambina siriana.

Non è stato un concerto normale” ha dichiarato la cantante di Trieste: l’atmosfera era infatti quasi

surreale, si è esibita con le luci del tramonto a farle da sfondo e decine di candele che si sono accese

sul palco sulle note di Promettimi, canzone dedicata al figlio Sebastian.

La voce è un urlo nel silenzio, un grido a non dimenticare ciò che avviene in Siria sebbene anche il

nostro paese sia scosso dalla pandemia. È un dovere che sente in quanto ambasciatrice e in quanto

madre la cantante di Luce.

Il video della performance, registrato il 14 marzo 2021, è disponibile su YouTube e sulla pagina

Facebook di Save the children.