Imbecilli nonostante…Willy !!!

E’ accaduto di nuovo, un ragazzo di 17 anni è stato aggredito barbaramente da un gruppo di tre, quattro ragazzi ieri pomeriggio a Colleferro, cittadina della provincia di Roma.

E subito la memoria corre all’ orribile fatto di Willy Duarte Monteiro, ucciso in circostanze simili nella stessa Colleferro, l’estate scorsa.
Il terribile assassinio di Willy ,è stato uno dei più efferati e violenti della cronaca, il cuore spaccato dalle botte ricevute con  una lesione di 7 cm; un pestaggio avvenuto con irruenza mostruosa che ha lesionato ogni organo interno del povero ragazzo, una furia disumana scagliata con punti e calci.

E questo incubo di violenza inaudita si è verificato nuovamente, un pestaggio di punizione verso Lorenzo, che come unica colpa aveva quella di aver difeso un amico.
Una vendetta organizzata e intenzionale, colpi sferrati ad arte ed il 17enne è caduto a terra, semisvenuto. 
Finiti in manette due ragazzi di 18 e 19 anni.
Fortunatamente la storia di Lorenzo non si è conclusa  come quella di Willy, e il ragazzo anche se con ferite al volto ed ematomi in tutto il corpo non è in pericolo di vita.

“Mai più” si scriveva a settembre su ogni bacheca dedicata al giovane ucciso, una frase che gridava un messaggio di speranza, di legge e giustizia, ma che solo dopo pochi mesi si è trasformato in un episodio che poteva essere l’ennesima tragedia.
Tante le analogie tra i due casi, il luogo, le motivazioni, i modi, la brutalità e la rabbia nella una furia di un gruppo di adolescenti.

Certe sensazioni non passano mai, quel nodo alla gola che abbiamo avuto 7 mesi fa, è riapparso oggi, durante la presa della notizia.
Non è possibile dimenticare e non si deve permettere che atti feroci , disumani e  “animaleschi” come questi possano accadere di nuovo.

Possibile che Willy brutalmente ucciso dal branco sia morto invano???