Drag Race Italia Family Matters.

Finalmente un’altra puntata di Drag Race Italia che ci ha trasportato nuovamente nel luccicante e spumeggiante mondo dell’arte Drag.

Le Queen nella mini challenge sono state chiamate a truccarsi, in soli 10 min, con i favolosi prodotti Mac, totalmente al buio. Tra chi soffre di buiofobia, chi e’ regina indiscussa delle Dark room, e campionessa del “trova marito” al buio, le intrepide fanciulle si sono sfidate a colpi di ciglia finte cadenti, eyeliner sopra le righe, rimmel invadente, ombretti e fard in ogni dove. Nonostante le 50 sfumature d’orrore, la zia pina domenica in chiesa e qualche maschera improponibile, la favola dimostra che molte Queen si truccano al buio meglio di molt* tirat* giu’ da gara il sabato sera. 

La prova per eccellenza, Snatch Game, ha svelato molti punti di forza e di debolezza delle ragazze: qualcuna e’ risultata sottotono, altre come Enorma con la sua Rita Levi Montalcini Pop, e Le Riche e la sua stellare Valeria Marini, hanno brillato di luce propria.

La sfilata ha catapultato tutt* nei mitici anni 80. Le Queen si sono presentate sul palco splendide e coloratissime. Nota di merito per Electra molto Madonna Into the Groove. A scontrarsi nel lipsync for your life, sono finite Ava, una Kylie Minogue vampiresca e Divinity, versione Raffaella Fico in un video degli Wham. 

L’attesa sul provvedimento disciplinare per lo sbrocco di Enorma Jane, preceduto dalle critiche ai giudici di Ava Hangar, ha tenuto tutt* sulle spine. Con il silenzioso dissenso di Tommaso come sottofondo, Priscilla e Francesca hanno ricordato i valori e gli ideali della famiglia Drag, parte integrante ed incisiva della comunita’ LQBTQ+. Sottolineando l’importanza del senso di appartenenza e del messaggio di liberta’ e favolosita’ contro ogni stereotipo. Enorma e Ava se la sono giocata, in perfetto stile DR, con la lipsync battle, fino all’ultima pagliette. 

E’ triste vedere le Queen sashay away; nel bene e nel male, su quel palco lasciano la loro arte, le loro magnifiche imperfezioni, le storie di sofferenza e rinascita, importanti lezioni di vita, e la verita’ del cuore e dell’anima. Senza se e senza ma, faranno sempre parte della sfavillante e variopinta DR family.